Agenzia delle Entrate 730/2020: “Il browser in uso ha una sessione già attiva o non chiusa correttamente”

Non sempre i mezzi informatici messi a disposizione dalle amministrazioni sono così agevoli da utilizzare da un comune cittadino come penso dovrebbero.
Già nel 2016 avevo scritto il post “Agenzia delle Entrate: come riuscire a utilizzare comunque software obsoleti e non aggiornati da anni anche con i nuovi sistemi operativi (i.e. utilizzare Voltura 1.1 – per la compilazione delle volture catastali – con sia Windows 10 sia Windows 7)” e oggi affronterò un’altra problematica riscontrata personalmente sul nuovo portale dell’Agenzia delle Entrate, relativamente alla sua gestione dell’autenticazione dell’utente e della relativa sessione mantenuta nel tempo.

Si noti innanzitutto che esiste una interfaccia differente per l’inserimento delle proprie credenziali a seconda se si utilizza portale dell’Agenzia dell’Entrate vale a dire da https://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp (in cui esisterà poi una sezione specifica per la compilazione del 730) oppure se si accede direttamente alla sezione specifica di compilazione del 730 tramite il seguente link diretto: https://dichiarazioneprecompilata.agenziaentrate.gov.it/PrecomWeb/.
Ciò può cerare sicuramente un po’ di confusione in una utenza generica che, a seconda del link trovato cercando con un motore di ricerca, può trovarsi nell’una o nell’altra situazione per poter accedere alla compilazione del suo 730. Penso convenga utilizzare il primo link diretto che ho messo in grassetto se uno desidera unicamente compilare il 730.

Modalità d’inserimento delle credenziali accedendo direttamente alla sezione specifica di compilazione del 730: https://dichiarazioneprecompilata.agenziaentrate.gov.it/PrecomWeb/,

Modalità d’inserimento delle credenziali accedendo direttamente al portale dell’Agenzia dell’Entrate, in cui esiste poi un link per accedere alla sua sezione specifica per la compilazione del 730: https://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jspa

Andando a curiosare nella sua sezione relativa alla compilazione del 730/2020 per vedere come compilarla, dopo avere scaricato il 730 precompilato, non ho effettuato esplicitamente il logout (e.g. non ho premuto il tasto Esci in alto a destra). Infatti, normalmente, in qualsiasi sito che richieda anche livelli di sicurezza elevati (e.g. sito di banche) questo comporta comunque la terminazione della sessione di collegamento con il sito senza per questo richiedere azioni particolari da parte dell’utente ad un successivo tentativo di accesso.

Invece, il giorno dopo, cercando di autenticarmi nuovamente con codice fiscale, password e PIN (vedi Come richiedere assai agevolmente il PIN di accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate (e.g. per la compilazione online del 730)), invece di entrare nel sito nuovamente, ho ricevuto la seguente pagina di errore che indicava “Il browser in uso ha una sessione già attiva o non chiusa correttamente. Si consiglia di chiudere e riaprire il browser per effettuare un nuovo accesso“.

Se non si esce esplicitamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, a un tentativo di login successivo si riceve la seguente pagina di errore che indicaIl browser in uso ha una sessione già attiva o non chiusa correttamente. Si consiglia di chiudere e riaprire il browser per effettuare un nuovo accesso.

Ovviamente ho provato a seguire quella indicazione, chiudendo il browser e anzi chiudendo prima anche tutti i tab aperti. Tuttavia, riaprendolo e cercando nuovamente di autenticarmi in quel sito, il risultato è stato il medesimo. Tuttavia, Generalmente un qualsiasi browser (anche se chiuso e riaperto) mantiene memoria (i.e. in cache) dei dati salvati dai diversi siti in cui si è navigato, per cui per default ha disabilitate tutte le opzioni relative a “Cancella i dati di navigazione alla chiusura” presenti tra le sue Impostazioni. Taluni dei dati salvati nel browser possono essere utilizzati anche per mantenere aperta una sessione tra questo e il server che ospita un sito, senza che necessariamente richiedere una interazione dell’utente entro un certo lasso di tempo.

Generalmente un qualsiasi browser (anche se chiuso e riaperto) mantiene memoria (i.e. in cache) dei dati salvati dai diversi siti in cui si è navigato, per cui per default ha disabilitate tutte le opzioni relative a “Cancella i dati di navigazione alla chiusura” presenti tra le sue Impostazioni.

Solitamente i siti che richiedono sicurezza (e.g. banche) dopo un certo tempo di mancata interazione dell’utente, chiudono automaticamente la sessione e richiedono un nuovo login; altri non la chiudono subito ma avvertono l’utente della sua prossima scadenza, stimolandolo a interagire per prolungare la connessione autenticata ed evitando cosi di richiedergli le credenziali.
Il sito dell’Agenzia delle Entrate sembra che non utilizzi nessuno di questi metodi collaudati e ovunque utilizzati, in quanto ho visto che la connessione permane nel tempo anche se non esiste un’interazione dell’utente anche per lungo tempo. Questo può essere un bene almeno nel caso di compilazione del 730, in cui talvolta si impiega tempo per leggere man mano le istruzioni di come compilarlo! Il problema sorge però quando poi si riaccende il PC, si apre il browser e si cerca nuovamente di autenticarsi essendoci nella cache del browser (cioè nella sua memoria interna) ancora delle informazioni (e.g cookies) relative al collegamento precedente a quel portale e alla autenticazione che si era effettuata.

Si noti che questa problematica si presenta con qualsiasi browser (e.g. Chrome, Edge) se sono mantenute, come abitualmente avviene, le sue impostazioni di default che non prevedono la cancellazione di tutta la cronologia e della cache relativa ai siti visitati da quando lo si è aperto.
Il problema si può risolvere allora non semplicemente “chiudendo e riaprendo il browser” come suggerito dal quel portale, bensì andando esplicitamente a cancellare la cache del browser usato, almeno quella generata da un tempo pari a quando ci si era autenticati al sito dell’Agenzia delle Entrate.
Ovviamente un’altra soluzione alternativa è utilizzate un altro browser rispetto a quello che si era precedentemente utilizzato
… ma ovviamente quella sarebbe l’ultima spiaggia!!

Vediamo quindi come cancellare in un browser i dati che quel sito ha memorizzato e che fanno sì che non si riesca più a completare con successo la procedura di autenticazione.
In Chrome si va in Impostazioni -> Privacy e sicurezza -> Cancella dati di navigazione e selezionando almeno Cookies ed altri dati dei siti per un intervallo di tempo almeno pari al primo accesso autenticato con il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Chrome: cancellazione dei cookies e dati dei siti visitati (per un intervallo di tempo sufficientemente remoto)

In Edge, analogamente, si deve andare in Impostazioni -> Privacy e servizi -> Cancella i dati di navigazione e selezionando poi Cookie e altri dati del sito per un intervallo di tempo almeno pari al primo accesso autenticato con il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Edge: cancellazione dei cookies e dati dei siti visitati (per un intervallo di tempo sufficientemente remoto)

A questo punto nuovamente va finalmente a buon fine la procedura di autenticazione, già per sé non così banale, prevedendo, oltre a una password (che deve essere cambiata ogni tot mesi) anche un PIN fisso fornito all’atto della registrazione al sito (vedi Come richiedere assai agevolmente il PIN di accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate (e.g. per la compilazione online del 730)).

Perciò, al termine di ogni accesso, per evitare problemi nella successiva richiesta di autenticazione, ATTENZIONE a ricordarsi di premere il tasto Esci che effettua esplicitamente il logout dal sito.

Tasto Esci che effettua esplicitamente il logout dal sito: ATTENZIONE a premerlo al termine di ogni accesso, per evitare problemi nella successiva richiesta di autenticazione
Videata mostrata se si effettua esplicitamente il logout premendo sul tasto Esci (in alto a destra)

Forse un metodo di mantenimento della sessione che avesse previsto magari una popup per prolungarne la durata sarebbe, a mio parere, stato più consono per un sito che deve poter essere agevolmente utilizzato da qualsiasi cittadino che non necessariamente deve sapere come cancellare cache e cookies lasciati da quel sito istituzionale.
Inoltre, insufficienti e lacunose sono poi le indicazioni che vengono mostrate come suggerimento per ovviare quel problema generato da una non opportuna scelta di gestione della sessione del portale stesso.

________________________

Note sul 730/2020

Il Decreto ha posticipato al 30 Settembre 2020 il termine di presentazione della Dichiarazione dei Redditi ma, ovviamente, prima lo si fa prima arrivano gli eventuali rimborsi!

  • Relativamente alle assicurazioni tipo l’Assilt, si riceve da queste una lettera per la quota pagata (e.g. 504€) che è il contributo di assistenza sanitaria che può essere indicato nel rigo E26 cod 13: se non la si è ricevuta per posta ordinaria, tale lettera la si può scaricare dal sito come pdf denominato “QUOTE ASSOCIATIVE PAGATE NEL 2019” [area personale -> impostazioni anagrafiche -> comunicazioni (cliccarci sopra)]
  • Acconto addizionale comunale IRPEF 2020. La casella dell’acconto “2020” può non essere stato (correttamente) compilato nel CUD da una azienda quando questa nel 2020 non sarà più il sostituto d’imposta. Conseguentemente la casella dell’acconto 2020 del 730 (casella C13) dovrà rimanere a zero.

Informazioni su Enzo Contini

Electronic engineer
Questa voce è stata pubblicata in Giustizia, burocrazia e malcostume, Review e test, Tecnologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento/Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.