Come collegare un telefono a un modem con SIM per ricevere/effettuare telefonate tramite un apparato telefonico multifrequenza

In passato ho già scritto un post su come utilizzare un modem con SIM per avere un accesso Internet (con WiFi) anche in una seconda casa, con una spesa assai ridotta.

Si era visto che esistono anche modem che consentono di connettere un telefono fisso. Ad esempio, la versione TP-Link TL-MR6500v Router 4G VoLTE è dotata anche di una porta Phone e quindi permette di poter sfruttare il numero della SIM card per effettuare chiamate. Inoltre una segreteria telefonica integrata consente di registrare fino a 100 minuti di messaggi. Questo potrebbe tornare utile anche per avere una linea come se fosse fissa: basta attaccate il telefono e non cambia nulla se non il numero!
Attenzione che non tutti gli operatori telefonici necessariamente supportano il VoLTE: tuttavia viene specificato che quel dispositivo supporta numerosi standard inclusi VoLTE*, VoIP e CSFB. * Verifica che l’Operatore scelto supporti lo tecnologia VoLTE su rete 4G. In caso contrario il Router utilizzerà in automatico la tecnologia CSFB (disponibile solo su rete 3G) come back-up di telefonia.

Come anche l’altro modello TP-Link TL-MR6400 visto precedentemente che non ha la presa telefonica, la presenza della porta LAN-WAN consente di utilizzarlo anche come back-up per una eventuale connessione con linea fissa che uno possiede: infatti, collegandolo al router sorgente con cavo di rete a quella porta, in caso di down della linea fissa la rete 4G subentrerà in automatico garantendo una continuità nella connessione a Internet.

Si noti che quando un telefono è collegato e si alza la cornetta, compare un’apposita indicazione anche sul router stesso che indica l’attivazione della connessione telefonica:

Personalmente non avevo nemmeno attivato il VoLTE (potenzialmente non supportato dall’operatore) e avevo mantenuto le impostazioni di default del router (che utilizzano in automatico la tecnologia CSFB disponibile solo su rete 3G come back-up di telefonia): tutto funzionava perfettamente per le chiamate sia entranti sia uscenti.

Purtroppo la rete 3G non copre tutti i territori e solo il 4G può essere presente in una determinata zona per cui, se il VoLTE non è supportato e non c’è neppure il 3G per quell’operatore, l’utilizzo telefonico di quel modem non può essere utilizzato.

In particolare io che utilizzo la SIM di un operatore virtuale MVNO (e.g. Poste Mobile) ho purtroppo notato che, essendosi appoggiato a un diverso operatore telefonico in questi ultimi mesi (da WindTre si appoggia ora a Vodaphone), mentre prima riuscivo ad avere quella funzionalità telefonica, ora non riesco più. Ho infatti verificato, forzando nel modem la connessione sul 3G (cambiando quella 4G preferred di default), che in quella zona quell’operatore copre solo con il 4G e il router non può quindi sicuramente più riuscire a utilizzare la tecnologia CSFB disponibile solo sul 3G!

Forzando sul 3G, non ho ottenuto alcun collegaamnto a Internet, indice che in quella zona l’operatore non ha copertura con quella rete -> nessuna possibilita per il modem di utilizzare in automatico la tecnologia CSFB disponibile solo su rete 3G come back-up di telefonia

Il segnale che si sente ora alzando la cornetta del telefono, non si sente più infatti il classico tuut-tuut (come avveniva prima quando con l’altro operatore che evidentemente forniva anche i 3G in quella zona e il modem poteva così utilizzare la tecnologia CSFB come backup di telefonia) ma un tuuuuu continuo e non si riesce più a effettuare/ricevere alcuna telefonata (il tentativo di chiamate termina immediatamente senza alcuna segnalazione sonora)! 😦

Si noti che per configurare le funzionalità di telefonia del modem TP-Link TL-MR6500v Router 4G VoLTE si deve utilizzare necessariamente l’interfaccia del sito Web in quanto stranamente la voce preposta non risulta disponibile dall’app TP-Link Tether generalmente utilizzata sul telefonino per le altre molteplici impostazioni. Comunque, anche se uno non ha il PC, è sufficiente utilizzare un browser presente sullo smartphone e accedere a tplinkmodem.net o – avendo il telefonino connesso al WiFi generato dal modem stesso – si può anche raggiungere direttamente il modem indicandone l’IP address (e.g. http://192.168.1.1 o http://192.168.0.1), come indicato anche in Trying to configure the Modem?. Ci sono due modalità di accesso, ma generalmente si utilizza quella che richiede unicamente la password specifica del router (di default è indicata nell’etichetta e, qualora sia stata modificata e dimenticata, può essere riportata a quella con un reset del modem (premendo con una clips l’apposito tasto di reset). Può poi essere conveniente accederci collegando il modem TP-Link direttamente a un PC tramite un cavo Ethernet sebbene anche una connessione WiFi a quella dal medesimo generata possa risultare sufficiente.

Non mi resta, se davvero voglio attivare anche quella funzione telefonica (che avevo voluto principalmente per provarla più che per reale necessità 🙄), cambiare operatore che fornisca in quella zona anche una copertura 3G o attivare la opzione VoIP sul modem e di conseguenza richiedere un numero VoIP generalmente a pagamento (a tal riguardo vedere ad esempio, Numero di telefono online | Numero Skype | Skype , Come avere un numero Skype) e anche se a prima vista si spacciano per gratuite come canone, in realtà richiedono almeno una chiamata a pagamento mensile per il mantenimento del numero (e.g. FreeNumber – linea VoIP gratuita – MessageNet).

Nota che, impostando sul la modalità telefonica su VoIP, il mio modem torna (anche senza 3G) ad avere il segnale acustico tuu-tuu classico e mi viene consentito di effettuare una chiamata ma poi trovo il segnale di occupato. In chiamata nulla cambia invece, non avendo io definito alcun numero VoIP per cui utilizzando quello della SIM non viene comunque trovato.

_____________________________________

Potresti essere interessato anche a questi altri post:

Informazioni su Enzo Contini

Electronic engineer
Questa voce è stata pubblicata in Review e test, Smartphone OS, Tecnologia, Windows. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Come collegare un telefono a un modem con SIM per ricevere/effettuare telefonate tramite un apparato telefonico multifrequenza

  1. Pingback: Come utilizzare uno smartphone o un PC con connessione a Internet per fornire una connessione a una LAN | Enzo Contini Blog

  2. Pingback: Come avere, a poco prezzo, una connessione a Internet in una seconda casa (e.g. per domotica) senza necessità d’installare una linea fissa | Enzo Contini Blog

Lascia un Commento/Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.