Come conoscere in tempo reale sia la presenza d’interruzioni di corrente su un territorio sia la relativa previsione di ripristino del servizio

Non è inusuale sperimentare blackout nella fornitura di energia elettrica non solo in località di campagna ma anche nelle grandi città. Se in queste ultime in genere la mancanza di corrente dura in genere pochi minuti, in altre zone può durare anche diverse ore!
Oramai dipendiamo sempre più dall’energia elettrica e non solo per l’illuminazione e la conservazione dei cibi, ma anche per altri svariati altri aspetti: si pensi alle tapparelle elettriche, alle porte ad apertura elettrica, a tutti i sistemi informatici che, anche se supportati da gruppi di continuità, ben difficilmente continuano a poter essere alimentati se il blackout dura diverse ore, trattsndosi di un guasto e non di un problema di sovraccarico nella richiesta di energia!

Può quindi tornare utile – sempre se uno ha ancora un computer o almeno uno smartphone funzionante – andare non solo a vedere se c’è effettivamente presente un’interruzione centralizzata di corrente nella zona, ma soprattutto sapere le previsioni sul ripristino del servizio.
A tale scopo esiste una sezione specifica del sito dell’E-distribuzione che, come si legge dal loro sito, è la più grande società in Italia nel settore della Distribuzione e Misura di energia elettrica al servizio di oltre 31,5 milioni di Clienti connessi alle loro reti, gestendo oltre 1.100.000 Km di rete sul territorio nazionale raggiungendo più di 7.400 Comuni
Conviene allora visitare il loro sito… sempre se il vostro Comune sia tra quelli da loro gestiti! 🙄

Andando nella sezione relativa alle Interruzioni di corrente, si può avere una visione su tutto il territorio nazionale: impressionante, a mio avviso, la presenza di così tante interruzioni un po’ ovunque a ogni ora uno vada a indagare. Si tenga conto che a ciascun pushpin rosso possono corrispondere più zone adiacenti con interruzioni di corrente, visibili in dettaglio effettuando uno zoom-in ulteriore nella mappa. Quanto più grande è poi il pushpin rosso, tanto maggiore è il numero di clienti in quel momento senza corrente. Effettuando più volte lo Zoom a si giunge a poter vedere i dettagli del singolo caso di interesse: tra le possibili indicazioni sulla singola interruzione c’è in genere sia la data/ora d’inizio guasto sia una data/ora di previsione di ripristino… si noti che questa è talvolta anche di diverse ore successive all’indicazione dell’inizio della problematica!!

È inoltre possibile segnalare o monitorare un guasto ed essere così anche informato delle sue evoluzioni:

Esiste infine un numero verde unico di E-distribuzione a cui uno può rivolgersi per qualsiasi problematica, ad esempio per segnalare un possibile guasto della linea o malfunzionamento del proprio contatore (e.g. display che non mostra i consumi bensì lettere casuali). Se il distributore non è E-distribuzione (Enel), allora si deve contattare il numero generalmente indicato nella bolletta per i guasti. Nel mio caso a Torino, quando il display del mio contatore presentava evidenti problematiche di visualizzazione, per la sua sostituzione gratuita ho dovuto telefonare al numero di assistenza clienti di IReti: 010 5586664. Infatti Ireti gestisce la distribuzione di energia elettrica nelle città di Torino, Parma e Vercelli.

Informazioni su Enzo Contini

Electronic engineer
Questa voce è stata pubblicata in Review e test, Tecnologia, Torino e dintorni. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento/Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.