Come ottenere il compenso per i componenti di seggio delle attuali elezioni (scrutatori, segretari e presidenti)

Tutte le informazioni relative a queste elezioni, si possono trovare, per la città di Torino, nel sito del di quel comune: Città di Torino – Speciale elezioni amministrative 2021.

Come chiedere poi il compenso qualora uno sia stato chiamato a partecipare attivamente come scrutatore, segretario o presidente?

Il compenso previsto per il Comune di Torino risulta il seguente – sebbene l’importo possa differire a seconda del Comune, dalla tipologia del seggio (speciale o meno) e di elezione (e.g. per il ballottaggio sarà leggermente inferiore):

  • Presidenti € 187.00
  • Presidenti di Seggio Speciale € 90.00
  • Segretari e Scrutatori € 145.00
  • Scrutatori di Seggio Speciale € 61.00

Quindi un compenso che non è comunque indifferente nonostante il numero elevato di ore in cui uno è risultato impegnato, essendo almeno una buona parte di sola attesa per cui se si sanno sfruttare opportunamente (e.g. un buon libro, piacevoli chiacchierate con i “colleghi” di seggio, telefonate per sbrigare faccende da remoto) comunque ben impiegate!! 😉
Non è indifferente soprattutto per un giovane disoccupato in cerca di una occupazione chissà da quanto tempo… 🙄
Eppure mi sembra ci siano state difficoltà nel reperire persone che accettassero tali incarichi, … anche solo quello di scrutatore, se è vero che sono stati chiamate anche persone che erano unicamente iscritte (senza mai essere stati chiamati da diversi decenni) nell’Albo degli scrutatori, seppur non avessero esplicitamente dato la disponibilità a ricoprire l’incarico di scrutatore per queste elezioni specifiche). Anzi, cittadini che neppure sono iscritti in quell’albo ma che si sono presentati fuori dai seggi il sabato pomeriggio, dono stato scelti in mancanza di scrutatori che non si sono presentati!

Da uno dei molteplici fogli inviati ai presidenti di seggio viene, tra l’altro, specificato anche come ricevere la riscossione dei pagamenti. Si apprende quindi che il metodo più veloce per ottenerlo è quello di fornire un IBAN compilando un apposito form presente sul sito Torinofacile. In particolare viene specificato che per farlo si deve accedere tramite le proprio credenziali SPID/CIE/CNS del diretto interessato ma l’IBAN può anche essere intestato a terze parti.
Tuttavia nella pagina d’introduzione al servizio di Torinofacile si legge invece che sarebbe necessario “Essere titolare o contitolare del c/c bancario o c/c postale” che si indica, sebbene poi in realtà, nella compilazione del form, esiste effettivamente l’opzione d’indicare se il conto corrente indicato è intestato a se stessi o meno:

Esiste la possibilità d’indicare un IBAN anche di un conto di cui non si è intestatari

Per coloro che invece non invieranno tale richiesta in forma elettronica, il processo di pagamento sarà più lungo con modalità ancora da stabilire… Sempre nelle spiegazioni presenti nella pagina d’introduzione al servizio di Torinofacile si apprende poi “il pagamento in contanti, tramite riscossione diretta presso l’ufficio cassa delle filiali Unicredit, potrebbe richiedere diverse settimane di attesa“.

Insomma, le procedure che fanno uso di mezzi informatici sono come sempre le più veloci e consone… sempre che vengano definite opportunamente, dovendo essere utilizzate da un cittadino comune!!

Foglio inviato ai presidenti di seggio in cui si menziona come ottenere la riscossione del compenso

La procedura, almeno per chi ha un minimo di dimestichezza con i mezzi informatici, è quindi assai semplice e informatizzata, almeno per il Comune di Torino!
Basta accedere al sito Torinofacile, ricercare ad esempio la parola scrutatori, per trovare subito la pagina relativa Accredito compenso ai componenti di seggio (oltre ad altre quali quelle di Iscrizione Albo Scrutatori/Cancellazione dall’Albo Scrutatori, Disponibilità a ricoprire l’incarico di scrutatore) ed effettuare un accesso sicuro con il proprio SPID/CIE/CNS.

La procedura di compilazione del form presente in Torinofacile – Accredito compenso ai componenti di seggio è dunque semplice, sebbene – dopo avere inserito i propri dati anagrafici, il numero di seggio e l’IBAN – richieda a ogni passo alcune fastidiose conferme per poter procedere:

Fastidiose e inutili richiesta di conferma compaiono durante diversi passaggi della procedura

All’ultimo passo è possibile cliccare sull’icona del file pdf per scaricare tale file contenente il riepilogo dei dati di cui si conferma l’invio all’ufficio competente.

Infine, al termine della procedura e relativo invio, viene aggiornata la pagina dove ora compare un link che consente di visualizzare le proprie istanze inoltrate:

Arriva poi anche una email di conferma di tale inoltro, con relativo codice di richiesta:

Insomma una procedura semplice, sicura (richiedendo una autenticazione con SPID) e rapida sia nell’inoltro sia (spero) nella sua successiva gestione…

di sicuro assai più avanzata di quelle che ho personalmente visto ancora in essere durante lo spoglio delle schede e il loro inoltro… procedure direi probabilmente rimaste immutate dall’inizio della Repubblica o forse più!
Ma di questo avrò occasione di parlarne in un altro successivo post” 😬

Informazioni su Enzo Contini

Electronic engineer
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento/Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.